Yara, nuovi dettagli: il mistero dei calzini sporchi di sangue

Yara, nuovi dettagli: il mistero dei calzini sporchi di sangue
Continuano a spuntare nuovi elementi sull’omicidio di Yara Gambirasio, la 13enne scomparsa nel nulla a Brembate di Sopra il 26 Novembre 2010. Il suo corpo è stato poi ritrovato senza vita alcuni mesi dopo, il 26 Febbraio 2011. Dell’omicidio di Yara è attualmente accusato Massimo Giuseppe Bossetti, ma adesso il settimanale Oggi rende noti nuovi agghiaccianti particolari emersi nel corso delle indagini. Sì, perché mentre ancora molto si discute sulle circostanze in cui è avvenuto l’omicidio e sull’identità dell’assassino, la relazione del Ris di Parma rileva nuovi fondamentali dettagli. Pare infatti che i calzini indossati da Yara al momento del ritrovamento del suo corpo fossero sporchi di sangue. Una circostanza particolare, soprattutto se si considera che la 13enne non presentava alcuna ferita ai pedi ed indossava le scarpe.

Il dossier del Ris di Parma

Dalle analisi condotte sui calzini è emerso come quelle macchie siano proprio del sangue di Yara. Eppure la Corte d’Assise di Bergamo non ha mai apertamente parlato di sangue, bensì di “chiazze bruno rossastre” all’interno delle motivazioni alla condanna d’ergastolo per Massimo Bossetti. I Ris tuttavia non hanno dubbi, e nel dossier indicano come riconducibili a Yara le tracce ematiche rinvenute: “È stato possibile estrapolare un unico profilo genotipico femminile riconducibile a Yara da ambedue i prelievi effettuati in corrispondenza delle tracce ematiche“.

L’esito delle analisi degli inquirenti

Non solo, perché come ricostruito ancora da Oggi, al vaglia dei Ris sono state innanzitutto le stringhe delle scarpe che Yara indossava al momento del ritrovamento. Sì, perché entrambe le calzature erano slacciate: gli inquirenti hanno così provveduto ad eseguire cinque prelievi sulle stringhe di tutte e due le scarpe. I Ris specificano ancora nel dossier quanto emerso in seguito alle analisi. A riportare quanto rilevato dai Ris è ancora il settimanale Oggi:Risultati: un unico profilo genotipico femminile riconducibile a Yara da tre prelievi su tracce ematiche sul legaccio destro della scarpa destra“.